Periodo di prova a lavoro 2024: cosa sapere

periodo di prova

Hai firmato un nuovo contratto di lavoro e hai dei dubbi sul periodo di prova previsto ??

Spesso è una delle clausole contrattuali più importanti nella fase iniziale di un nuovo percorso professionale.

In questo articolo rispondo ai quesiti che mi vengono sottoposti  nell’ambito delle mie consulenze on line. Mi auguro possano esserti utili 😉😉

Partiamo! 😊

 

Periodo di prova a lavoro: come funziona e quanto dura 

Il periodo di prova è previsto quasi sempre nei contratti di lavoro. Durante questa fase, il datore ha tempo di capire se il lavoratore è adatto alla posizione ricoperta; altrettanto il lavoratore può capire se la mansione e l’azienda facciano al caso suo.

In questa fase, quindi, entrambe le parti potranno valutare la convenienza del rapporto.

E’ disciplinato all’articolo 2096 del Codice Civile : la sua durata varia in base ai contratti collettivi nazionali, al ruolo ricoperto e alla qualifica. Di norma va da un minimo di 3 mesi a un massimo di 6. In questa fase è possibile recedere il contratto senza l’obbligo del preavviso, ma può essere prevista una durata minima durante la quale le parti non possono recedere se non per giusta causa.

Maturano le spettanze durante il periodo di prova?

Nel contratto di lavoro deve essere messo per iscritto il periodo di prova nel momento della stipula tra le parti, specificando le mansioni svolte in questa fase e il ruolo ricoperto. Questo periodo è retribuito e permette al lavoratore di maturare ferie, permessi e tredicesima. Se la prova viene superata e nessuna delle parti recede, il rapporto di lavoro prosegue senza la necessità di una comunicazione specifica.

Esiste una prova prima della firma del contratto

Occorre essere chiari: No!!! Si tratterebbe di lavoro nero e quindi perseguibile per legge. Prima si firma la lettera di assunzione e SOLO dopo inizia il periodo di prova.

 

Assenza ingiustificata durante il periodo di prova

In questo caso il datore può procedere alla risoluzione del rapporto di lavoro per mancato superamento del periodo di prova (se è stato svolto per più della metà).

 

Periodo di prova nel contratto a tempo determinato

L’art. 7 del decreto trasparenza afferma che: “Nel rapporto di lavoro a tempo determinato, il periodo di prova è stabilito in misura proporzionale alla durata del contratto e alle mansioni da svolgere in relazione alla natura dell’impiego. In caso di rinnovo di un contratto di lavoro per lo svolgimento delle stesse mansioni, il rapporto di lavoro non può essere soggetto a un nuovo periodo di prova.”

Può essere sospeso?

La legge individua quali sono i casi di sospensione. L’art. 7 del decreto  n. 104/2022 e successiva circolare n. 19, del 20 settembre 2022 del Ministero del Lavoro dispongono e chiariscono che la sospensione del periodo di prova e il suo relativo prolungamento in misura corrispondente alla durata dell’assenza, in caso di:

  • malattia;
  • infortunio;
  • congedo di maternità (o di paternità) obbligatoria.

 

Ci si può dimettere/essere licenziati durante la prova?

Certo! Il lavoratore può dimettersi in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso e senza effettuare la procedura telematica. E’ consigliabile scrivere una breve lettera in cui si indica l’ultimo giorno di lavoro.

Il datore invece, dovrà consegnare al lavoratore una lettera dove si comunica il mancato superamento del periodo di prova. Non occorre indicare la motivazione.

Di solito si dà al lavoratore la possibilità di effettuare almeno più della metà del periodo di prova, per dargli il tempo di dimostrare le proprie capacità.

Se hai ulteriori dubbi in merito al periodo di prova o altre clausole del tuo contratto, contattami QUI.

Sarà un piacere poterti aiutare 😊😊

Condividi questo articolo su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Parla direttamente con me...

Richiedi una consulenza

Social Media

Cerca nel Blog:

Categorie Articoli:

Categorie

Notizie più popolari

Ricevi le ultime novità

Iscriviti alla Newsletter

No spam, riceverai una email di notifica quando saranno diponibili nuovi aggiornamenti sul mondo del lavoro. 

Menù di navigazione

Articoli Correlati

Potrebbe Interessarti anche:

Trattamento integrativo in busta paga dicembre: dubbi e chiarimenti

Molti dubbi emergono sul trattamento integrativo nella busta paga di dicembre. Lo troviamo alla voce “Trattamento integrativo L. 21/2020”. In questo articolo ti darò  informazioni utili e semplici per capire se ne hai diritto. Cos è il Trattamento integrativo Si tratta di un beneficio aggiuntivo (Bonus), posto a carico dello Stato e anticipato dai datori

donna che firma lettera impegno all'assunzione

Lettera di impegno all’assunzione: è vincolante?

Nell’ambito delle mie consulenze on line mi vengono spesso posti quesiti relativi alla lettera di impegno all’assunzione (o lettera pre- assuntiva) sia da parte dei candidati che delle aziende. Le domande sono del tipo: “Ho firmato una lettera di impegno all’assunzione: è vincolante ???” Oppure: “Puoi prepararmi una lettera pre-assuntiva per non farmi sfuggire questo

periodo di prova

Periodo di prova a lavoro 2024: cosa sapere

Hai firmato un nuovo contratto di lavoro e hai dei dubbi sul periodo di prova previsto ?? Spesso è una delle clausole contrattuali più importanti nella fase iniziale di un nuovo percorso professionale. In questo articolo rispondo ai quesiti che mi vengono sottoposti  nell’ambito delle mie consulenze on line. Mi auguro possano esserti utili 😉😉

come calcolare RAL in busta paga

Come calcolare RAL in busta paga

Sai come calcolare RAL in busta paga? Nel mondo del lavoro ci sono vocaboli “strani” che è importante conoscere, sia per il datore di lavoro che per il lavoratore. La RAL è l’acronimo di Reddito Annuo Lordo e riguarda un aspetto importante nel calcolo dello stipendio. Il recente recepimento della direttiva europea sulla parità salariale

Richiedi una consulenza gratuita

Parla direttamente con me...